Padre Luciano Manicardi della Comunità di Bose presenta la lettera: