Sedia di San Filippo

  • La sedia era nella camera di S. Filippo quando egli morì alla Vallicella il 26 maggio 1595.

    Conservata come reliquia da P. Germanico Fedeli di Ripatransone è descritta nei rogiti notarili "di noce con sedile di corame (cuoio) e di dietro di vacchetta, con cigna di canape ordinaria, inchiodata con tre chiodi di ottone per lato sotto li bracciali e due per ciascun fusto dalla parte di dentro" finì come dono al nipote D. Giambattista Fedeli di Ripatransone ma canonico lateranense e da questi al figlio di una sorella P. Alessandro Clementi Maestro di Camera del Card. Tiberio Cenci Vescovo di Jesi.

    Siamo negli anni 1642-44 e sorgeva di lì a poco l'Oratorio Filippino anche Jesi. Il Card. Cenci a proprie spese aveva fatto costruire una custodia da Alessandro Giardini di Urbino e alla fine per le esortazioni del Card. Cybo, P. Alessandro Clementi lasciò la Sedia ai Padri Filippini di Jesi.

Dettagli dell'opera

Autore: N/D

Data realizzazione: 1594


Stampa scheda

Invia per email