Quaderno nuovo

    Questo quaderno rilegato a Venezia

    è ancora candido come un cigno in ogni sua pagina

    suona la musica del vasto spazio

    si estende al di là della Via Lattea

    annunzia, puro vuoto, la mancanza

    di un annunzio

     

    tutto ciò che si scriverà gli sottrarrà eccellenza

    il bianco sarà recluso fra lettere e segni

    negli spazi vuoti, sugli sfondi, nei margini

    il bianco sarà dichiarato accessorio all’essenziale

    i suoi silenti ghiacciai saranno velati di sensi, con enigmi

    lapideranno la sua perfezione.

     

    MORDECHAI  GELDMAN

    (1944 - a p. 225 di “Poeti israeliani”, Einaudi  2007)

    [...]